Notizie / Giochi

Lo sviluppatore di Devil's Hunt chiude dopo non aver pagato il personale – rapporto

Per lo sceriffo Saed,
Venerdì 6 marzo 2020 10:35 GMT

Secondo un rapporto polacco, lo sviluppatore dietro Devil's Hunt ha chiuso.

La caccia al diavolo, uscito lo scorso settembre su PC, è stato il primo gioco dello studio polacco Layopi Games. Da allora il team di Varsavia ha lavorato sui port per console, ma sembra che questi non verranno rilasciati.

Un nuovo rapporto di PPE Cities (polacco) contiene diversi suggerimenti anonimi di diversi sviluppatori Layopi, i quali affermano di non essere stati pagati per mesi.

Secondo PPE, lo stipendio di novembre è stato pagato in tre rate a dicembre, gennaio e febbraio. Dice anche che quando il personale è andato al lavoro venerdì, ha trovato dischi vuoti. I loro effetti personali erano stati gettati via senza preavviso.

Ufficiale di Layopi Games Twitter è rimasto inattivo da quando il gioco è stato rilasciato. La sua attività più recente è stata un retweet che promuoveva il gioco il 1 ottobre. Prima di allora, l'ultima notizia ufficiale era un tweet del 20 settembre che annunciava un aggiornamento del gioco.

Devil's Hunt è stato accolto male al lancio, con un punteggio Metacritic di 47 e una valutazione "mista" delle recensioni su Steam.

Abbiamo contattato Layopi Games per un commento.

A volte includiamo collegamenti a negozi al dettaglio online. Se ci clicchi sopra ed effettui un acquisto, potremmo ricevere una piccola commissione. Per ulteriori informazioni, vai qui.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *