Notizie / Giochi

Incendiario dell'animazione di Kyoto arrestato ufficialmente

Shinji Aoba, l'incendiario della Kyoto Animation responsabile della morte di 36 professionisti dell'animazione, è stato finalmente arrestato. L'attacco è avvenuto nel luglio 2019 e, a causa di vari fattori, le forze dell'ordine giapponesi non sono state in grado di arrestare formalmente Aoba. Quasi un anno dopo, questi problemi sono stati apparentemente risolti ed è stato effettuato un arresto. I problemi riscontrati sono stati una combinazione di legge giapponese, recupero medico da Aoba e pandemia di COVID-19. Questa notizia è stata riportata su Yahoo! Giappone e tradotto da diversi media (grazie, SoraNews24!).

Dopo che Aoba è entrato nell'ufficio di animazione di Kyoto e ha appiccato l'incendio, ha semplicemente versato benzina, assicurando la distruzione dell'edificio e le 36 morti riportate. Aoba è stato arrestato sulla scena, ma è stato gravemente ferito dall'incendio. A causa della legge giapponese, un arresto non può essere effettuato se il sospettato non riesce a sopravvivere all'incarcerazione. Quindi, mentre Aoba era in custodia, tecnicamente non poteva essere arrestato. Dopo essersi ripreso e aver subito una terapia fisica (compreso il recupero della capacità di parlare), Aoba doveva essere trasportata in un centro di detenzione appropriato.

La salute compromessa di Aoba significava che le opzioni erano limitate e, dopo che una prima opzione è stata ritenuta inadatta, ne è stata trovata una seconda ma ha affrontato un problema COVID-19. Il problema è stato risolto di recente e oggi è stato letto un mandato ad Aoba.

Nel frattempo, i resti dell'edificio della Kyoto Animation sono stati ripuliti e la comunità locale sta ancora lavorando su cosa accadrà con lo spazio.