Notizie / Giochi

Le bande di Star Wars Outlaws ti invieranno squadre di assassini se le attraversi

Il gioco d'azione open-world Star Wars Outlaws uscirà il mese prossimo e lo sviluppatore Massive Entertainment ha già mostrato alcune delle possibilità di scambio di speeder bike e laser in diversi trailer. Ma recentemente hanno parlato un po' di più dei tetri viaggi del giocatore attraverso la galassia, inclusa la dimensione di alcuni pianeti esplorabili e cosa succede quando si fanno incazzare gli Hutt. Insomma, ci sarà una taglia sulla tua testa. È logico.

"Una reputazione che si evolve nella giusta direzione sblocca molte cose per te", afferma Mathias Karlson, direttore del gioco presso Masssive, spiegando a IGN le diverse fazioni presenti nel gioco Avvicinarsi agli Hutt, ai Pykes, al clan Ashiga e Scarlet Dawn ti consentirà, ad esempio, di entrare in determinate aree senza essere trattato come ostile o di sbloccare aree di atterraggio in nuove posizioni. Questo potrebbe anche permetterti di ottenere sconti dai trader più disonesti, permettendoti di ottenere “ricompense esotiche”.

"Ma se ti scontrassi davvero con loro, questa è un'altra cosa che sentirai dinamicamente nel gioco, perché ti manderanno squadroni di assassini nel mondo aperto per cercare di eliminarti. »

Sembra quel gameplay emergente di cui ho tanto sentito parlare. Ma funziona anche al contrario, con una buona reputazione che a volte ti fa perdere momentaneamente gli alleati durante un combattimento, spiega Karlson.

"Se per qualche motivo sei ricercato e perseguitato dall'Impero, e incontri un sindacato con il quale hai un'ottima reputazione al momento, loro potrebbero unirsi a te e aiutarli", ha detto.

Sembra familiare. La serie Division (il capitolo precedente di Massive) vede spesso diverse fazioni combattere tra loro in piccoli scontri armati, e i combattenti per la libertà di Far Cry spesso si ritrovano alle prese con il nemico quando sei nei paraggi. Ma nessuno dei due è interamente legato a un sistema di reputazione. Anche le squadre d'assalto sembrano interessanti, ma, ancora una volta, potrebbero ricordare ad alcuni dei mercenari che ti hanno dato la caccia in Assassin's Creed Odyssey, per esempio. Non fraintendermi, Star Wars a mondo aperto sembra fantastico. Ma dopo tutto questo è un gioco Ubisoft e non sono tipi che si allontanano da una formula.

Altrove nel video di IGN, gli sviluppatori parlano delle dimensioni dei pianeti che attraverserai. Confrontano le dimensioni di alcuni pianeti con quelle di due o tre aree di Assassin's Creed Odyssey e affermano che è possibile attraversare la superficie giocabile di uno di quei pianeti, Toshara, su una speeder bike in circa cinque minuti.

“Non sembra molto”, afferma Julian Gerighty, direttore creativo di Massive, “ma una volta che ti impegni, è una quantità piuttosto significativa e sarai sempre distratto. »

Parte di questa distrazione potrebbe presentarsi sotto forma di uova di Pasqua geografiche, paesaggi e luoghi che i fan probabilmente saranno ansiosi di visitare.

"Possiamo appoggiarci all'aspetto del turismo virtuale, chiedendoci: 'Ehi, quanto sono distanti le fattorie di umidità, Mos Eisley e la mensa?'", dice Gerighty. “C’è una storia lineare sulle montagne russe, un percorso d’oro, se vuoi. E attorno a questo, ovviamente, c'è il mondo aperto.

"C'è un'introduzione molto strutturata che ti porta a schiantarti su Toshara, una luna che abbiamo creato con LucasFilm Games", spiega. “E una volta terminata la storia lineare su Toshara, gli altri pianeti si aprono e diventa completamente non lineare e puoi scegliere di affrontarli (mondi) nell’ordine che preferisci. »

Tutto ciò che vedo di Star Wars Outlaws mi ricorda quanto apprezzo il design visivo della folle opera interstellare di Lucas. Ma non mi faccio illusioni nemmeno sul safari di icone che di solito offrono gli open world di Ubisoft. Considera quindi che il mio occhio è soddisfatto, ma le mie aspettative sono rimaste invariate. Il video di IGN, d'altra parte, è piuttosto esauriente e contiene una quantità impressionante di informazioni, quindi vale la pena guardarlo se ti stai strofinando i guanti di Mon Calamari con gioia anticipata.