Notizie / Giochi

Senua's Saga: il combattimento di Hellblade 2 è stupendo e sembra tosto

Circa a metà della mia conversazione con Dom Matthews, capo ninja di Ninja Theory, e Melina Juergens, attrice protagonista di Senua e montatrice video di Ninja Theory, ho avuto un crollo. Mi sono dovuto chiedere perché il formato del titolo Senua's Saga: Hellblade II sia il contrario del primo gioco, Hellblade: Senua's Sacrifice. Perché la parte "Senua" è la prima? È una piccola cosa, certo, ma dovevo sapere se c'era qualcosa oltre le macchinazioni segrete dello studio a confondermi. Juergens ha riso e ha ammesso che il cambiamento stava facendo inciampare anche lei (il che mi ha fatto sentire molto meglio), mentre Matthews mi ha sorpreso con una risposta seria alla mia domanda altrimenti sciocca.

"Volevamo riconoscere il fatto che il focus è su Senua", mi ha detto Matthews. “È la saga di Senua, è la storia di Senua – volevamo che fosse in prima linea. E questa è una cosa interessante, perché (nel linguaggio) puoi semplicemente accettare che una (certa) parola significhi qualcosa e non puoi romperla. abbassalo e dì: "Cosa significa?" Adesso si chiama "Hellblade" e Hellblade significa qualcosa. Significa qualcosa, ma non negli elementi costitutivi di ciò che è: è (semplicemente) Hellblade. E questo è ancora importante per il titolo del gioco, ma volevamo solo concentrarci sul fatto che Hellblade II fosse la saga di Senua. Riguarda lei, riguarda il suo viaggio. È vero che questo viene prima.

Lettura in corso: Senua's Saga: il combattimento di Hellblade 2 è bellissimo e tosto | Panoramica di GameSpot

Sembra che questo viaggio sarà fantastico. Ho giocato circa 40 minuti a Hellblade II durante una visita allo studio di Ninja Theory a Cambridge, nel Regno Unito, e ne sono rimasto affascinato. A differenza del primo gioco, che vedeva Senua, una guerriera dei Pitti affetta da psicosi, lottare per farsi strada attraverso Helheim, Hellblade II pianta Senua in Islanda. Da quello che ho visto, questo cambiamento sposta l'attenzione dalla mitologia allettante che ha preso vita attraverso le illusioni di Senua nel primo gioco, e centra invece i suoi conflitti in un mondo più riconoscibile. In risposta, i movimenti di Senua in combattimento appaiono più realistici, dando priorità al peso della sua spada, percepito attraverso la sua stanca disperazione durante i combattimenti più lunghi. Ogni volta che Senua affronta qualcuno con la sua spada, Hellblade II rende la situazione tesa, come se la vita stessa sfidasse Senua a guadagnarsi il diritto di esistere in questo mondo.

Ciò era particolarmente evidente nei momenti finali dell'anteprima, in cui Senua tentava di liberare un prigioniero da un gruppo di vichinghi. Le sue azioni hanno innescato un'evasione dalla prigione, inghiottendo l'area di fumo, sangue e urla. Ho dovuto guidare Senua attraverso un attacco di nemici, alcuni brandivano armi tradizionali come asce e spade mentre altri usavano torce per sputare fuoco. Proprio come il primo gioco, Senua non affronta più di un nemico alla volta, quindi le enormi battaglie sono strutturate come una serie di duelli consecutivi. Penseresti che una mossa del genere renderebbe la lotta più facile, ma nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. Hellblade II è difficile. Non è così difficile da capire come i giochi più orientati all'azione, ma i nemici sono pronti a trarre vantaggio dai tuoi errori: parando i colpi deboli e contrattaccando immediatamente, ad esempio, o usando attacchi radicali difficili da schivare senza precisione. Ogni ora.

"Il motivo per cui è uno contro uno è perché volevamo che Senua si sentisse vulnerabile", ha affermato Benoit Macon, direttore del combattimento di Senua's Saga: Hellblade II. Anche se c'è un solo bersaglio, spesso sembra che Senua sia circondata mentre la telecamera ingrandisce per una prospettiva ravvicinata da sopra la spalla e il consiglio sussurrato della bomba psico-creata dalle Valchirie su Senua. Anche la musica contribuisce a questo, aumentando di volume e ritmo man mano che il combattimento si trascina, finché il riverbero del battito cardiaco delle voci di sottofondo non si gonfia con il colpo mortale: è quasi come se la musica stessa ti stesse invadendo, alleviando solo la pressione. una volta finito il combattimento. Potevo sentire il mio cuore battere forte nei momenti in cui Senua superava un aggressore, posizionando momentaneamente l'avversario di Senua alla sua periferia dove puoi ancora vederlo, ma c'è quel breve momento di terrore in cui ti giri freneticamente per catturare l'avversario. di nuovo in piena vista.

Anche il combattimento è reso più emozionante grazie alle nuove abilità di Senua. Il mio preferito viene da un momento particolarmente toccante dell'anteprima in cui Senua ricorda la casa della sua infanzia, riportando la mente a quello spazio. Lì si ricordò e recuperò un piccolo specchio su cui si concentrava da ragazzina. Tornando al presente, Senua ha sbloccato la capacità di utilizzare lo specchio per concentrarsi, rallentando temporaneamente i nemici abbastanza a lungo da lanciare una combinazione completa di attacchi. Senua deve caricare la mossa, il che significa che non è mai diventata una stampella durante l'anteprima, ma non riesco a vedermi battere Hellblade II senza usarla. Releasing Focus crea questa bellissima esplosione di frammenti riflettenti e rune scintillanti che poi avvolgono un nemico, insinuando tematicamente che Senua stia prestando al bersaglio tutta la sua attenzione nello stesso modo in cui faceva da bambina. A quel punto, il nemico rallenta e i colpi di Senua distruggono la loro prigione luminosa, culminando solitamente con Senua che supera il nemico con un'ondata di forza e un urlo primordiale. È bellissimo. È tosto. Ciò aggiunge un contesto narrativo significativo alle battaglie rendendo quelle più difficili molto più accessibili.

Nessuna didascalia fornita

Lo specchio è solo un aspetto del gioco che mantiene Hellblade II saldamente nel genere dark fantasy. Senua deve ancora risolvere enigmi ambientali per progredire nel mondo, perlustrando gli immediati dintorni alla ricerca di punti di riferimento che le ricordino la forma di certe rune per eliminare ostacoli magici o notando schemi sul fianco della montagna che suggeriscono passaggi segreti. I miei preferiti sono i volti: sporgenze rocciose che la psicosi di Senua la convince siano volti umani. Se si avvicina a loro e si concentra sul viso, presume che la sua mente stia dipingendo uno schema che in realtà non esiste, rivelando un tunnel attraverso il quale può andare avanti.

Questo aspetto del gioco non è difficile come il combattimento, ma offre piuttosto una breve tregua per riprendere fiato e immergersi nell'atmosfera allettante. Non ho trovato questi momenti gratificanti quanto il combattimento, poiché gli enigmi che ho risolto sembravano piuttosto semplici e diretti, mentre gli enigmi danzanti di ogni combattimento mi hanno spinto a pensare rapidamente e in modo strategico nel vivo della battaglia. . Ma penso anche che Hellblade II abbia bisogno di questi momenti di tranquillità, se non altro per aumentare nuovamente la tensione mentre il gioco si avvia verso il prossimo duello.

Nessuna didascalia fornitaNessuna didascalia fornita

Inoltre, questi momenti più tranquilli offrono a Senua l'opportunità di riflettere e controllare i suoi alleati, che si tratti di uno dei nuovi NPC o delle Valchirie. E di tutto quello che ho visto, questo è quello che mi ha emozionato di più. Le valchirie erano più simili ad alleati avversari nel primo gioco, ma ora sono più simili a veri compagni. C'è stato chiaramente uno spostamento di potere tra Senua e le voci psicotiche nella sua testa, uno spostamento che si basa sui momenti finali del primo gioco. Non vedo l'ora di vedere come questa dinamica potrebbe cambiare o evolversi in Hellblade II.

"(Senua ha) accettato (il fatto) che il suo amante, Dillion, se n'è andato", mi ha detto Juergens. “Ha accettato il passato. Ha fatto pace con il suo passato. Nel nuovo gioco, sente ancora voci e ha visioni, ma le controlla di più e le usa di più per andare avanti piuttosto che averne paura, se questo “ha senso. Incontra anche nuove persone lungo la strada. Ora abbiamo un cast per il nuovo gioco: ci sono persone che apprezzano il suo punto di vista, la sua prospettiva unica sul mondo, e ci sono altri che lo rifiutano. Penso che ora sembri un po' più sicura di sé. Mentre giocavo, mi sono assicurato che per il secondo gioco la mia postura fosse un po' più sicura e dritta perché lei è leader nel secondo gioco e non soffre di psicosi. Non l'ha superato, ma ha tutto sotto controllo.

Davvero, maggio non arriverà mai abbastanza presto. Non riesco a ricordare l'ultima volta che un'anteprima del gioco mi ha lasciato così entusiasta di tuffarmi nell'esperienza completa. Senua's Saga: Hellblade II verrà lanciato su Xbox Series X|S e PC il 21 maggio e sarà disponibile il primo giorno su Xbox Game Pass.