Notizie / Giochi

Ryota Suzuki spiega il suo ruolo di Fight Director di un progetto AAA

Ryota Suzuki ha lavorato a Devil May Cry 5 presso Capcom, si è unito a Square Enix nel 2019 e ora è il combat director del gioco AAA sviluppato dalla divisione di Naoki Yoshida.

Square Enix ha annunciato tramite il sito di reclutamento Silicon Studio Agent che Ryota Suzuki è ora il combat director per il nuovo progetto di gioco d'azione AAA in fase di sviluppo presso la 3rd Development Division guidata da Naoki Yoshida. Questo progetto è iniziato nel 2016 ed è entrato in pieno sviluppo nel 2019. Un'intervista con Ryota Suzuki è stata pubblicata anche da Silicon Studio Agent e Square Enix. (Grazie a Renka_programma per segnalarlo). Ecco un riassunto tradotto.

Ryōta Suzuki (Twitter) è entrato a far parte di Capcom nel 1999 e ha lavorato a giochi di combattimento 2D (Marvel contro Capcom 2, Capcom contro SNK 2) e giochi d'azione in 3D fino al 2019, quando è entrato a far parte di Square Enix. Durante la sua permanenza in Capcom, ha lavorato in particolare Devil May Cry 5 et Il dogma del dragoSistemi di combattimento.

Nella prima parte dell'intervista, Ryota Suzuki ha parlato del suo ruolo di Battle Director. Il suo compito è principalmente quello di garantire che il sistema di combattimento abbia la qualità attesa in tutto il mondo dai titoli AAA. Ha spiegato che Square Enix ha molto know-how quando si tratta di giochi di ruolo, ma non tanto quando si tratta di giochi d'azione. Ryota Suzuki ha spiegato come, in passato, i giochi di ruolo fossero "basati sui comandi" (a turni) con comandi come "attacco" e "fuggire". Ma in questi giorni, gli elementi d'azione sono diventati comuni nei giochi di ruolo, quindi Square Enix stava cercando qualcuno con esperienza d'azione, per produrre giochi di ruolo interni con buoni sistemi d'azione. Ecco perché Suzuki è stata assunta. Ha aggiunto che il team con cui ha lavorato era composto da ingegneri di sistema di gioco di grande talento, artisti tecnici e artisti di effetti visivi.

Ryota Suzuki ha anche risposto ad alcune domande piuttosto interessanti: se pensa che la tendenza a includere elementi d'azione nei giochi di ruolo continuerà ad aumentare e come ciò influenzerà Square Enix:

Ryōta Suzuki: “Forse sto esagerando, ma al giorno d'oggi molti pensano che lo stesso Command RPG sia antiquato. Questi giochi sono chiamati JRPG al di fuori del Giappone e i giocatori più anziani li giocheranno, ma la generazione più giovane sì GTA e i giochi FPS, non vengono utilizzati per controllare i sistemi di battaglia. Si sentono strani vedere un sistema in cui nemici e alleati rimarranno in attesa di comandi. Square Enix considera ancora importanti i giochi di ruolo. Abbiamo in programma di creare giochi per coloro che hanno apprezzato il nostro lavoro finora e per i giocatori più giovani che sono più abituati ai giochi d'azione. »

Ryota Suzuki parla delle condizioni di lavoro in Square Enix nella seconda e terza parte dell'intervista. Visto che si tratta di un'intervista in stile business che promuove il reclutamento, è incredibilmente positiva e non c'è nulla di particolarmente degno di nota da condividere qui. Nel complesso, Suzuki ha affermato che Square Enix è un'azienda "bianca" in cui tutti sono felici. Nel caso in cui ciò non significhi che Square Enix sia pieno di bianchi che non riescono a pronunciare correttamente nomi come N'golo e credono che l'Africa sia un paese grande e omogeneo ricoperto di savana. Beh, probabilmente lo è. Ma un'azienda "bianca" in Giappone si oppone alle cosiddette aziende "nere", note per le loro pessime condizioni di lavoro o per il totale sfruttamento dei propri dipendenti. Mi chiedo perché "Black" sia sempre l'aggettivo sbagliato.

Nella parte finale dell'intervista, Suzuki parla direttamente alle potenziali reclute di Square Enix. In particolare ha ricordato:

Ryōta Suzuki: "Questo è il mio modo di vedere la cosa, ma penso che l'obiettivo di Square Enix possa essere riassunto come: 'Mantenere la nostra posizione di rappresentanti principali dei giochi di ruolo giapponesi. Lotta per la posizione dei primi rappresentanti dei giochi d'azione giapponesi. “Questo non è affatto un obiettivo facile da raggiungere, motivo per cui, anche se un giorno prima, vogliamo assumere creatori di giochi con il know-how dei giochi d'azione. »

Un'intervista simile sarà pubblicata da Square Enix e Silicon Studio Agent in futuro, questa volta con Takeo Kujiraoka. È il direttore di Dissidia Final Fantasye fa anche parte di questo nuovo progetto AAA come Battle Content Leader.

Questo nuovo progetto AAA è uno dei tanti giochi sviluppati da Square Enix di cui abbiamo sentito parlare. Anche Luminous Productions sta lavorando a un gioco AAA, ma ci vorrà ancora molto tempo. Oltre a ciò, anche Square Enix, essendo una grande azienda con più divisioni, sta lavorando Final Fantasy 7 remakeSuite(e), Infinity Strash Dragon Quest: L'avventura di Dai, ancora un altro dragon Quest gioco che è forse Dragon Quest XII (Ultimi commenti di Yuji Horii), una novità Mostri di Dragon Quest gioco, altro Kingdom Heartse probabilmente altri progetti di cui non abbiamo sentito parlare.