Notizie / Giochi

Phil Spencer: "Gestire un business sostenibile" è il motivo per cui Xbox ha chiuso diversi amati studi di Bethesda Game

Phil Spencer: "Gestire un business sostenibile" è il motivo per cui Xbox ha chiuso diversi amati studi di Bethesda Game

Il capo di Xbox Phil Spencer ha commentato la chiusura di studi come Arkane Austin e Tango Gameworks: "a volte devo prendere decisioni difficili".

Il mese scorso, Microsoft ha annunciato la chiusura degli sviluppatori Arkane Austin e Tango Gameworks, due studi famosi. Questo è stato un annuncio sorprendente e sconvolgente per molti, con la chiusura di Tango che è stata particolarmente sorprendente dato il recente successo di critica di Hi-Fi Rush e Microsoft che ha affermato di essere soddisfatta delle prestazioni del gioco, quello di Arkane Austin è stato altrettanto frustrante, anche se forse è meno sorprendente dato la sottoperformance di Redfall, un titolo live-action realizzato da uno studio noto per i suoi giochi per giocatore singolo. Intervenendo su IGN Live, a Spencer è stato chiesto di commentare le chiusure e il ragionamento dietro la decisione.

“Chiudere una squadra è ovviamente difficile per gli individui, difficile per la squadra”, ha detto Spencer. “Non ne ho parlato pubblicamente, perché è arrivato il momento di concentrarci sulla squadra e sui singoli individui. È ovviamente una decisione molto difficile per loro e voglio assicurarmi, attraverso pacchetti di buonuscita e altre cose, che stiamo facendo la cosa giusta per i singoli membri del team. Non è una questione di PR, non è una questione di PR di Xbox. Riguarda queste squadre.

"Alla fine, l'ho detto più e più volte, devo gestire un'attività sostenibile all'interno dell'azienda e crescere, e talvolta ciò significa che devo prendere decisioni difficili che, francamente, non sono decisioni che io piace, ma decisioni di cui qualcuno ha bisogno. "

Questa non sembra davvero una risposta particolarmente soddisfacente, soprattutto perché i rapporti indicano che Arkane Austin è stato in qualche modo spinto a realizzare un titolo live-action da ZeniMax (i proprietari di Bethesda, che possedeva Arkane). Chissà dove sarebbe Arkane Austin se avesse potuto creare un titolo solista, il formato per cui lo studio è meglio conosciuto. Si spera che Microsoft non abbia intenzione di aumentare ancora una volta il numero sempre crescente di licenziamenti avvenuti nell'ultimo anno.