Notizie / Giochi

LOTR Boss parla dei giochi e del vantaggio che Tolkien ha sulla Marvel

Tra la trilogia del Signore degli Anelli di Peter Jackson e la trilogia realizzata da Jackson basata su Lo Hobbit, le opere più note di JRR Tolkien sono già state adattate per il cinema. Ma come rivelato all'inizio di questo mese, sono in arrivo altri film LOTR. Il primo nuovo film live-action, The Hunt For Gollum, sarà diretto da Andy Serkis, che riprenderà anche il ruolo di Gollum. Con la rinascita del franchise sul grande schermo, anche i videogiochi LOTR avranno un ruolo più importante in futuro.

Lee Guinchard, CEO di Embracer Freemode, ha recentemente parlato con VentureBeat dei piani dell'azienda per i videogiochi e i giochi LOTR, e il sito ha riferito: "i giochi saranno creati per esplorare completamente il nuovo universo che si sta creando, e i giochi saranno considerati estremamente importante nell'intrattenimento della Terra di Mezzo del futuro. »

"Penso che Tolkien abbia già posto le basi per la Terra di Mezzo, e tutti i racconti e tutti gli inizi, le tribolazioni, il dramma", ha detto Guinchard. “Sono tutti ambientati in un mondo completamente realizzato. La Marvel proviene dai fumetti, quindi c'era molto lavoro da fare per creare la storia per i film. Inizi a visualizzare la Terra di Mezzo a modo tuo. Quando vedi i film d'animazione e parte di Peter Jackson, che non era proprio quello che immaginavo, ero comunque abbastanza felice di vederlo, è già scritto, sulla carta. Ciò che è interessante è come lo facciamo. raccontare la storia del futuro di questi nuovi media come i videogiochi e tutte queste nuove tecnologie su come le persone si immergono nei mondi. Questo è dove sono molto interessato.

Alcuni degli sviluppatori sotto la supervisione di Guinchard includono Crystal Dynamics, Eidos Montreal e Warhorse, lo sviluppatore dietro Kingdom Come: Deliverance. Guinchard non ha detto se qualcuno di questi team accetterà LOTR, ma ha detto che la società si concentrerà prima sui suoi creatori.

"Per questa proprietà e per il modo in cui la prepariamo per il futuro, dobbiamo prima riconoscere e sostenere i creatori", ha affermato Guinchard. “Tutto quello che posso dire in tutto questo è che bisogna rispettare le opere. Pensiamo che i giochi possano essere il futuro, ovviamente. E penso che vogliamo fare qualcosa di incredibile e grandioso nel tempo. E davvero, è importante costruire quelle relazioni per poter davvero spostare questa cosa nel capitolo successivo, storicamente è stata così frammentata. “

Uno dei giochi più recenti, Il Signore degli Anelli: Gollum, non è riuscito a soddisfare le aspettative nel 2023 ed è anche molto diverso dai giochi AAA del passato come La Terra di Mezzo: L'Ombra di Mordor e il suo seguito, L'Ombra della Guerra. Ma Guinchard ritiene che la nuova attenzione ai creatori manterrà il franchise di videogiochi più sano nel lungo periodo.

"Non tutto andrà a meraviglia", ha ammesso Guinchard. "Lo sappiamo. Ma stiamo davvero creando un ecosistema e un business agile che invita i creatori a creare cose in questo mondo. Quello è il piano."

Come parte di una riorganizzazione presso Embracer, Guinchard entrerà a far parte di una società appena scorporata, Middle-earth Enterprises & Friends, che è solo un titolo provvisorio e probabilmente verrà modificato. Guinchard rimarrà responsabile del franchise di videogiochi Tolkien, che include i prossimi titoli di Tales of the Shire e il nuovo MMO del Signore degli Anelli di Amazon. La nuova società deterrà anche i diritti di gioco di Tomb Raider, Kingdom Come: Deliverance, Dead Island, Saints Row e altri.