Notizie / Giochi

La percezione di Senua della sua psicosi cambierà in Hellblade 2

Senua's Saga: Hellblade II vede il suo protagonista principale in uno spazio di testa molto diverso rispetto al primo gioco, quando la guerriera dei Pitti era in gran parte alla mercé delle voci antagoniste indotte dalla psicosi nella sua testa. Ha più fiducia in Hellblade II e in questa nuova agenzia è in grado di connettersi di nuovo con le persone. In vista dell'uscita di Hellblade II il 21 maggio, ho parlato con l'attrice protagonista ed editor video di Ninja Theory Melina Juergens, la scrittrice di Ninja Theory e direttrice della performance capture Lara Derham, e il professor Bernard Wolfe di neuroscienze sanitarie Paul Fletcher (un collaboratore chiave in entrambi i giochi Hellblade) su La percezione in evoluzione di Senua della sua psicosi e come questa influenzerà il suo arco narrativo.

"Alla fine del primo gioco, (Senua) si è trovata ad affrontare un sacco di cose nuove, ed è stata una parte molto difficile del viaggio", mi ha detto Derham. “Penso che alla fine della partita sia arrivata ad un sentimento di – non direi pace totale, ma più pace e accettazione. E lei aveva cominciato a mettere in discussione e a mettere da parte gli insegnamenti di suo padre: questa differenza che ciò che condivide con sua madre è cattivo e malvagio.

Lettura in corso: Senua's Saga: il combattimento di Hellblade 2 è bellissimo e tosto | Panoramica di GameSpot

Ha continuato: “Quindi, penso che Senua sia arrivata a un punto in cui è pronta ad andare avanti e guardare cosa verrà dopo. E per lei quello che viene dopo è questa missione che sente forte di essere destinata a compiere, quella per la quale è stata scelta. E ha a che fare con la promessa che ha fatto a Dillion di non permettere a nessuno di soffrire come lui. Quindi penso che mi piaccia vederlo come un'uscita nel mondo perché non riguarda solo lei e il suo dolore. , riguarda gli altri. E c’è un vero altruismo in questa decisione che prende, soprattutto perché si sta esponendo a un grosso rischio”.

In Hellblade II, Senua si reca in Islanda per affrontare la minaccia vichinga che è ancora saldamente radicata lì. A differenza del primo gioco, che la vedeva affrontare da sola le mitiche mostruosità di Helheim, Hellblade II vede Senua combattere in un ambiente più saldamente basato sulla realtà e interagire con altre persone. E alcune di queste persone vedranno Senua come un leader ambizioso, non come il reietto maledetto del primo gioco.

"Ora abbiamo il casting per il nuovo gioco", mi ha detto Juergens. “Ci sono persone che apprezzano il punto di vista (di Senua), la sua prospettiva unica sul mondo, e ce ne sono altri che lo rifiutano. Penso che ora sembri un po' più sicura di sé. Quando stavo giocando, mi sono assicurato che per il “Nel secondo gioco, la mia postura fosse un po' più sicura e dritta perché sono in vantaggio nel secondo gioco. Non è più vittima di psicosi. Non l'ha superato, ma ha tutto sotto controllo. “

"Quando abbiamo guardato Hellblade 1, (Senua) è rimasta totalmente affascinata e avvolta da questa oscurità", ha detto Fletcher. “E quando ne emerge, acquisisce più potere e autonomia ed è in grado di sfidare e resistere alle voci e alle visioni anche se sono ancora lì. Quindi ha più potere. E questo è ciò che le permette di guardare fuori e pensare in termini di un quadro più ampio, oltre se stessa.

"È un punto davvero importante che lei (non sia più) costantemente scossa dalle voci e scossa dalle sue esperienze", ha aggiunto Derham. "La influenzano ancora, sono ancora lì, ma ora ha la capacità di respingerli un po' e riconoscere che ha potere."

Per Ninja Theory era importante dimostrare che convivere con la psicosi è un viaggio. Non c'è fine a Hellblade II in cui Senua lascia completamente "riparata" dalla sua malattia mentale. "Penso che alcune persone possano vedere il suo percorso di guarigione in termini molto semplici, lasciandosi il passato alle spalle", ha detto Fletcher. “E penso, facendo eco a ciò che ha detto Lara, (Senua) non lascia il suo passato alle spalle, ma il passato macina e modella la lente attraverso la quale vediamo il presente e prevediamo il futuro. Ed è lì tutto il tempo. con altre persone acquisisce nuove prospettive. E per me è davvero emozionante che (Ninja Theory) stia prendendo la narrazione in questo modo. Perché molto spesso, nella pratica clinica, ciò che permette alle persone di guarire è acquisire un significato e uno scopo che va oltre loro stessi”.

"Il punto che stiamo prendendo (Hellblade II), che è davvero nuovo, è che invece di guardare a quanto Senua sia diversa dalle altre persone, stiamo osservando quanto simili alcune delle sue esperienze siano a ciò che chiameremmo "normale" ”. le risposte delle persone”, ha detto Derham. “Risale a ciò che Paolo stava dicendo questa mattina su come tutti noi costruiamo la nostra realtà in un modo o nell’altro. E vedremo il mondo di Senua attraverso gli occhi di Senua, ma vedrai anche come anche altre persone (persone senza psicosi) stanno facendo lo stesso tipo di processo di Senua: costruire il suo mondo in modo creativo, (è qualcosa) che fanno anche altre persone.

Senua's Saga: Hellblade II sarà lanciato su Xbox Series X|S e PC e uscirà il primo giorno su Xbox Game Pass.