Notizie / Giochi

EA sta valutando la possibilità di inserire pubblicità nei giochi, ma non preoccupatevi, sarà "molto premuroso"

Nelle ultime settimane, ho guardato parecchi video su YouTube (grazie, Evo Japan) e ho notato che le pubblicità durante i video a) sembrano apparire ogni 30 secondi circa e b) durano tra i 30 e i 60 secondi . . La mia frustrazione nel venire bombardato da pubblicità di YouTube in video che non pago nulla per guardare – il che significa che capisco la necessità che la pubblicità supporti i creatori e paghi le fatture del server – mi è venuta in mente quando ho letto dei piani di EA per esplorare l'inserimento di annunci. nei giochi, per i quali pago fino a £ 70 ciascuno.

Come notato da Eurogamer, il capo di EA Andrew Wilson ha rivelato durante l'ultimo rapporto finanziario dell'editore che stava pensando a come trasformare "molti, molti miliardi di ore trascorse a giocare, creare, guardare e connettersi" in probabili miliardi di dollari, che Wilson ha eufemisticamente chiamato “un motore di crescita significativo per noi”.

Sebbene Wilson abbia affermato che l’idea di inserire dinamicamente annunci pubblicitari nei giochi tripla A – oggetto della domanda durante una sessione di domande e risposte – fosse “ancora all’inizio su questo fronte”, ha confermato che i team interni stavano già studiando come ottenere “implementazioni ponderate (di pubblicità) all'interno delle nostre esperienze di gioco”.

"Saremo molto attenti mentre andiamo avanti su questo argomento", ha detto Wilson, in qualità di capo di un'azienda nota per essere stata estremamente premurosa nel corso degli anni.

“Ancora più importante, mentre iniziamo a costruire una community e a sfruttarne il potere oltre i confini dei nostri giochi, come consideriamo la pubblicità come motore di crescita in questo tipo di esperienze? Wilson ha aggiunto, aggiungendo nient'altro che assicurazioni che l'idea di integrare la pubblicità nei giochi per stimolare la crescita sarebbe stata affrontata con sensibilità.

Ovviamente, è difficile considerare l'idea di un gioco per cui potresti già pagare £ 70 (data la menzione specifica dei giochi tripla A qui, piuttosto che dei titoli free-to-play) con qualcosa di diverso dal disprezzo e dal cinismo. Estrarre più soldi da giochi che hanno già raggiunto prezzi che anche altri sviluppatori considerano insostenibili non sembra esattamente la soluzione migliore per un settore già messo in ginocchio dall'avidità aziendale e dagli sforzi istintivi per massimizzare i profitti piuttosto che trovare modi per supportare le persone che realizzano effettivamente i giochi con una visione sana e a lungo termine.

Inserire un sacco di pubblicità nei giochi non avvantaggia certamente i giochi come forma d'arte, ma è difficile immaginare che renderà i giocatori particolarmente felici di continuare a sborsare prezzi già ridicoli. Forse finirà per essere un approccio tipo Netflix, dove £ 70 ti danno il gioco senza pubblicità o puoi invece pagare £ 50 ma dovrai guardare un trailer di 30 secondi per una nuova offensiva speciale comica ogni volta che te la cavi. . un colpo alla testa nel nuovo campo di battaglia. In ogni caso, sono sicuro che sarà “molto ponderato”, in linea con la comprovata esperienza delle mega-corporazioni.