Nelle notizie, Notizie / Giochi, Playstation

Marvel Rivals è Overwatch con i supereroi, ma sarà all'altezza di entrambi?

Marvel Rivals ritiene che questo dovrebbe essere il successo più sicuro nell'attuale panorama dei giochi. Ha come protagonisti poco meno di 20 eroi e cattivi (al momento del lancio, almeno) dal vasto elenco della casa di fumetti, e sono riuniti in uno sparatutto in terza persona free-to-play che, nonostante il cambio di prospettiva, sembra molto Overwatch. . Dopo aver giocato alcuni round con personaggi diversi, la nostra domanda principale è se questa combinazione schiacciante risulterà davvero in una partita memorabile.

“In Marvel, abbiamo sempre desiderato creare un gioco PvP di squadra e abbiamo trovato uno studio [in NetEase] che condivideva con noi la stessa passione per la creazione di un prodotto di prima qualità [sparatutto PvP di squadra]. E così abbiamo Marvel Rivals”, ci dice il produttore esecutivo Danny Koo. È un'idea che nasce nel 2018 e il titolo dovrebbe essere rilasciato su PS5 e altre piattaforme entro la fine dell'anno.

Il direttore di gioco di Marvel Rivals, Thaddeus Sasser, ci ha spiegato perché questi eroi e cattivi si uniscono e combattono tra loro. “Due Doctor Doom provenienti da linee temporali alternative, uno dal futuro, l’altro dal [presente], sono rivali in questi flussi temporali intricati. Stanno cercando di dominare tutti gli universi, tutte le linee temporali. Gli eroi sono [coinvolti] in questo conflitto e stanno cercando di risolverlo, quindi si spera che nessuno dei due Dottor Destino ci riesca!”

Ciò significa che gli eroi e i cattivi lavorano insieme e combattono contro versioni alternative di se stessi, poiché tutti mirano a contrastare i piani dei due cattivi principali. Volevamo testare alcuni dei personaggi giocabili e ognuno di loro ha stili di gioco unici e abilità speciali, come ci si aspetterebbe. Groot può attaccare con le braccia tese, ma anche erigere grandi muri per creare difese per la sua squadra. Scarlet Witch usa esplosioni di magia oscura per attaccare e lanciare incantesimi contro i suoi avversari. I giocatori che vogliono restare con un personaggio sparatutto più tradizionale possono optare per The Punisher, che usa un mix di pistole, un rampino e persino uno slot per pistola per devastare i nemici. Essendo neofiti dei giochi (e molto arrugginiti con il vecchio mouse e tastiera), probabilmente abbiamo ottenuto la maggior parte del nostro successo con esso.

Anteprima: Marvel Rivals 4

Ogni personaggio ha un bell'aspetto e ha le abilità che ti aspetteresti, come Bruce Banner che può trasformarsi in Hulk, diventando un grande carro armato che può sopportare molte punizioni. Esistono anche opzioni di guaritore, come Mantis, che può ripristinare e rafforzare gli alleati al costo di opzioni offensive più limitate. Il flusso minuto per minuto ricorda molto lo sparatutto di eroi di Blizzard, come abbiamo già detto, anche se con un tempo di uccisione più lento e una telecamera diversa.

Diremmo che le battaglie 6v6 possono essere molto caotiche poiché i giocatori corrono verso l'obiettivo, che si tratti ad esempio di un punto di cattura o di un oggetto che richiede protezione. Con personaggi come The Punisher o Magneto, siamo riusciti a fare un passo indietro e ad abituarci al ritmo del gioco. Per noi ha funzionato, ma ovviamente ci sono molte opzioni a cui i giocatori possono rivolgersi.

Se siamo onesti, Marvel Rivals è esattamente come pensavamo e abbiamo lasciato la demo godendoci il tempo trascorso ma con poco da dire al riguardo. Ancora una volta, questo connubio tra Marvel e uno sparatutto free-to-play sarà sicuramente popolare, ma non ci ha davvero sorpreso né lasciato affamati. La cultura popolare è stata invasa dagli eroi Marvel a tal punto che sembrava di averci giocato molte volte prima, e anche con caratteristiche uniche come gli attacchi di squadra tra alcuni personaggi, non sembra molto, qualcosa da differenziare te stesso.

Il gioco entrerà in beta testing chiuso su PS5 a luglio, ed è lì che potremmo trovare i nostri piedi con Marvel Rivals. La nostra demo è stata eseguita su PC con mouse e tastiera, quindi ci sentiremo molto più sicuri sul DualSense. Fortunatamente, sembra che il supporto del controller fosse sempre parte del piano.

"Quindi il gioco è stato sviluppato pensando sia al controller che alla tastiera", spiega Koo. "Anche su PC supportavamo già i controller nella versione alpha precedente, quindi funzionerà bene su console. La cosa bella [anche] delle console è che hanno un frame rate bloccato a causa dell'hardware comune su cui lavorare, mentre su PC ci sono così tante configurazioni. Ma è davvero bello [sul controllo].”

"Sì, penso che sia fantastico", concorda Sasser, che afferma di ascoltare sempre il feedback dei giocatori sui controlli e su come si sente il gioco nella mano. "Penso che ci siano alcune sfide uniche nell'adattare il controller per uno sparatutto in terza persona, ma pensiamo di aver trovato una ricetta piuttosto buona."

Forse è qualcosa su cui torneremo in seguito, dato che abituarsi ai controlli del gioco sarà sicuramente parte della battaglia. Tuttavia, le nostre preoccupazioni riguardo al fatto che il gioco si distingua nonostante il suo cast di personaggi popolari rimangono, e la giuria è ancora incerta sull'economia del gioco e su come i personaggi saranno accessibili in questo gioco free-to-play. Non abbiamo dubbi che sarà popolare, ma se sarà ricordato a lungo è tutta un’altra questione.


Sei emozionato per Marvel Rivals? Fateci sapere i vostri pensieri nella sezione commenti qui sotto.