Notizie / Giochi

Ultimamente l'83 ha riflettuto molto sui mirini degli FPS

Il blocco del coronavirus ha significato che molti sviluppatori stanno lavorando da casa, e questo include Antimatter del Team 83, gente che lavora al suo sparatutto battle royale a squadre. C'è un nuovo diario degli sviluppatori che tocca alcune delle innovazioni che il team sta apportando a Ironsights FPS, un argomento che sembra essere stato piuttosto una preoccupazione, con i loro fan.

Sebbene Match 83 possa condividere alcuni punti in comune con Call of Duty, la fissazione del gioco per le armi realistiche ricorda più Escape from Tarkov. Nell'83 non riceverai un indicatore hud per dirti quanti colpi sono rimasti in una rivista, ad esempio: dovrai controllare la rivista manualmente. Come spiega il direttore del design Sturt Jeffery, sarai in grado di farlo tenendo premuto il tasto di ricarica per mezzo secondo, il che spingerà il tuo personaggio a tirare fuori il caricatore e ispezionare i round rimanenti.

Jeffery entra anche nei dettagli su come la squadra gestisce i mirini. Usando il fucile a caricamento automatico L1A1. In genere, hai avuto una delle due possibili versioni del mirino nei giochi: una in cui un'apertura di dimensioni realistiche ti impedisce di utilizzare efficacemente il mirino o un'apertura dall'aspetto irrealistico che ti consente di vedere attraverso.

Nel 1983, le dimensioni dei mirini aumentano man mano che si sposta l'arma nella posizione di mira, per replicare meglio il modo in cui funzionano effettivamente i nostri occhi, come spiega Jeffery.

sddefault-4-3

Potrai anche interrompere il processo di ricarica senza dover ricominciare da capo quando sei al riparo. Se sei riuscito solo a rimuovere il caricatore, riprenderai a ricaricare da quel punto una volta che sei pronto. E se hai lasciato cadere un caricatore mentre c'è ancora un proiettile con camera, quel proiettile può ancora essere sparato senza sostituire il caricatore.

Il produttore esecutivo Rich Barham fornisce alcune informazioni alla fine del video sul processo del team per compilare le enormi mappe selvagge di 83. Antimatter - che ha precedentemente sviluppato giochi come la serie Killing Floor - ha lavorato con strumenti di automazione che aiutano a posizionare elementi ambientali come erba, cespugli e altra vegetazione in luoghi naturali, evitando al team di dover entrare e posizionare a mano ogni piccolo pezzo di scenario.

Antimatter ha detto che possiamo aspettarci di vedere il lancio di 83 nel 2021.

Valuta questo articolo

articoli Correlati